SETTIMANA IV

Questa è stata la settimana di San Giovanni, patrono di Firenze. Per la prima volta, da anni, non saprei quanti, non ci sono stati i fuochi d’artificio. In realtà, qualcuno con buone risorse economiche, tali da potersi permettere di farli in privato, alle 22 precise del 24 giugno ha dato fuoco al suo arsenale. E non sono stati neanche malvagi. Comunque è stato strano.
Sempre il giorno San Giovanni ho ritrovato due musicisti che apprezzo tantissimo Roberto Angelini e Rodrigo D’Erasmo. Stanno portando in giro il loro progetto su Nick Drake e quella sera avrebbero suonato alla Manifattura Tabacchi. Per chi non è di Firenze, la Manifattura Tabacchi è un luogo di recupero urbano, quasi di archeologia industriale, destinato adesso all’intrattenimento ed alla cultura. In pratica, un bellissimo posto. Ho dovuto rinunciare al concerto perché quella sera dovevo fotografare altro. Non ho rinunciato però a raggiungerli e fare qualche ritratto.

ROBERTO ANGELINI E RODRIGO D'ERASMO
ROBERTO ANGELINI E RODRIGO D’ERASMO

Credo che questa sia la settimana del “pollice verde”. Le Storie sono strane. Sembra che quelle che si somigliano abbiano desiderio di stare accanto, tra loro. Io scelgo dove andare sulla base delle vicinanze, dei quartieri, non sulla base delle àncore che mi sono state raccontate. Sarebbe un metodo abbastanza strano per organizzare gli spostamenti.
Il caldo aumenta, raggiunge temperature disoneste.
San Giovanni senza fuochi. Vero. Almeno fuori.
Perché in realtà questa settimana, dentro, ce ne sono stati tanti.
Tantissimi.

SAN GIOVANNI 2020 - LE LUCI SU FIRENZE
SAN GIOVANNI 2020 – LE LUCI SU FIRENZE

Ho imparato altre cose questa settimana, ad esempio che anche le zucche di Halloween fanno i fiori; che esistono città nascoste; che non lo sai ma qualcuno già ti conosce; che tra due strade di campagna può esserci l’Eden; che puoi trovare il mare ovunque, anche all’ultimo piano di un palazzo; che le età si inseguono; che il tempo è feroce e dolce in uguale misura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *